Articoli

IL GRIDO DI FRANCESCO PER SVEGLIARE L’EUROPA DAL LETARGO

IL GRIDO DI FRANCESCO
PER SVEGLIARE L’EUROPA DAL LETARGO
EUGENIO SCALFARI
Parlare di un contributo cristiano al futuro del continente significa anzitutto interrogarsi sul nostro compito come cristiani oggi, in queste terre così riccamente plasmate nel corso dei secoli dalla fede». Così è cominciato il discorso di papa Francesco pronunciato nel pomeriggio di sabato scorso e pubblicato ieri mattina dall’ Osservatore romano. Nell’aula nuova del Sinodo era stato preparato dalla Cancelleria di Stato un convegno con un pubblico molto affollato e rappresentativo di numerose personalità europee e intitolato (Re)Thinking Europe.
Un discorso fatto, come osserva il giornale vaticano, di [...]

novembre 1st, 2017|Senza categoria|

Dalla pace alla guerra (seconda parte)

Proseguono gli incontri organizzati dalla comunità del Pellegrino su questo tema. Clicca su Continua a leggere per vedere la locandina.

settembre 17th, 2016|Senza categoria|

Lettera pastorale di Enzo Bianchi (in lingua francese)

Union des Églises protestantes d’Alsace et de Lorraine Pastorale générale — Sélestat, 30 mai 2016 Nouveaux styles d’évangélisation : pour une Eglise évangélisée et évangélisatrice Enzo Bianchi, prieur de Bose (Italie) On lit dans le prologue du quatrième Evangile : « La Parole est venue parmi les siens, mais les siens ne l’ont pas accueillie. Mais à tous ceux qui l’ont accueillie, elle a donné le pouvoir de devenir enfants de Dieu » (Jn 1,11-12). Si la Parole même de Dieu, faite chair en Jésus Christ, n’a pas été accueillie, si elle a été au contraire refusée et qu’on l’a contredite, […]

L'”alfabeto” di don Angelo Casati

Paolo Rodari intervista pubblicata oggi -22 giugno 2016- sul sito di Repubblica.

Don Angelo Casati, classe 1931, poeta, scrittore, sacerdote e innamorato di Dio.

Si sente tale?
“Innamorato di Gesù, mi è arrivato il suo racconto. Ricordo che in una vecchia versione degli Atti degli Apostoli i cristiani venivano chiamati ‘quelli della dottrina’. Ora una traduzione più corretta li chiama ‘quelli della via’. La differenza è enorme? Puoi forse innamorarti di una dottrina? Io no. Di una persona sì. Puoi rincorrerla. Magari da lontano. Sono innamorato delle tracce, delle orme, che Gesù ha lasciato sulla terra”.

Nell’ultimo libro, “L’alfabeto di Dio” (ilSaggiatore), lei [...]

giugno 22nd, 2016|Senza categoria|

La famiglia oltre la retorica

 

leggi l’intero articolo

Burundi: una guerra viscerale

Il Burundi è un paese a noi caro. I ricordi della missione a Butezi ci portano gioie amarezze e dolori, e a questo, che è ancora il terzo più povero paese del mondo, siamo ancora legati da un vincolo di solidarietà umana e cristiana.
Leggi qui l’articolo pubblicato sul quotidiano Repubblica il 19 maggio di quest’anno sulla situazione politica recente

 

 

maggio 24th, 2016|Senza categoria|

Incontro “Dalla pace alla guerra” 27 maggio 2016

Evento organizzato dalla Comunità del Pellegrino …

 

maggio 23rd, 2016|Senza categoria|

La notte di Colonia e l’incognita degli scapoli migranti

Interessante articolo di Luigi Zoja sul Venerdì di Repubblica

Qui il link

Note Biografiche

Luigi Zoja (Varese, 19 agosto 1943) è uno psicoanalista italiano. Laureato in economia, ha compiuto le sue prime ricerche sociologiche nella seconda metà degli anni sessanta. Ha studiato presso il C. G. Jung Institut di Zurigo. I suoi saggi e libri sono pubblicati in 14 lingue.

aprile 10th, 2016|Senza categoria|

La “questione Regeni” vista da Rula Jebreal

Un coraggioso articolo di Rula Jebreal (giornalista istraeliana di nazionalità palestinese) sulla “questione Regeni”

 

Qual’è il senso della vita di Vito Mancuso

Una tavoletta cuneiforme dell’antica Babilonia racconta di un padre che ricevendo tra le braccia il figlio per dargli il nome, dopo averne osservato il corpo lo chiama Mîna-arni, cioè: «Qual è il mio peccato?». L’aspetto di quel neonato è facilmente immaginabile. Oggi qui non parliamo di malattie comuni, del fatto cioè che se prendo freddo mi viene il raffreddore.
(…) A tema qui oggi vi sono le malattie rare, ovvero quelle disposizioni illogiche della natura da cui provengono malattie spesso inguaribili senza nessuna motivazione nel comportamento precedente. Sto parlando in particolare delle malattie genetiche, che rappresentano l’80% delle malattie [...]